Agenzia investigativa specializzata nel tradimento
L'investigatore del tradimento

Casi risolti

I casi sotto riportati, anche se non contenenti i riferimenti precisi alle persone
fisiche per motivi di privacy, sono pubblicati con l'autorizzazione del cliente. 

Doppio tradimento a Nairobi

il 04 Dicembre 2011. in Casi risolti

A detta della moglie, la loro separazione, (stavano insieme da 25 anni) non era dovuta alla mancanza d'amore, ma dal fatto che la nuova compagna del marito, era una ragazza (25anni) furba e intraprendente, gli aveva messo nella testa che la moglie lo tradiva. Lui in un momento di rabbia, e dopo aver visto delle foto della mogliecompromettenti, l'ha lasciata e ha cominciato una storia con questa donna.

Le intenzioni della moglie erano chiare: voleva far analizzare le foto compromettenti per sbugiardare la donna e si voleva riprendere il marito. Aveva tentato di farlo ragionare da sola, ma essendo un uomo geloso e molto innamorato non le ha creduto.

Abbiamo lavorato su due fronti diversi. Il primo facendo analizzare la foto, il secondo, abbiamo duvuto seguire il marito in un viaggio d'affari perché moglie e figlia erano convinte che la compagna stesse continuando il suo rapporto con l'ex fidanzato africano, anzi per dirla tutta, secondo loro i due erano daccordo fin dall'inizio.

Il viaggio era in Kenia, a Nairobi, dove risiedeva l'ex fidanzato e dove il marito aveva conosciuto la compagna per motivi di lavoro. Lo so, la storia è un po' complicata, e lo è stata anche per noi!

Decido che per non dare nell'occhio è meglio fingere di essere in vacanza con la mia fidanzata (che in realtà è una mia collaboratrice) e prenoto una stanza nello stesso hotel del cliente, fortunatamente era un abitué... ci sistemiamo in una stanza sullo stesso piano dei due, e la cosa risulta ottima per le indagini, e cominciamo il nostro lavoro... più che altro, in questo caso, è la mia collega che passa la giornata tra saloni di bellezza, saune e tutto ciò che si può immaginare in un hotel a 5 stelle per passare una giornata. In pretica, lui andava via tutto il giorno, lei si occupava il tempo rilassandosi.

Fin qui niente di strano... infatti dopo 4 giorni, la situazione non era cambiate... se non che, il quinto giorno si fa venire a prendere da un taxi che la porta in centro... noi avevamo una macchina a nolo e, nonostante il traffico infernale, siamo riusciti a starle dietro... improvvisamente però l'autista del taxi si ferma e lei scende al volo, non c'era posto per lasciare l'auto, quindi la mia collega è scesa ed è partita per l'inseguimento... la signora cammina per diverse strade entrando in zone abbastanza povere della città, per entrare in una piccola casa, ed uscirne poco dopo in compagnia dell'ex fidanzato... ovviamente scattiamo foto e video, e riusciamo anche a riprenderli mentre si scambiano un bacio furtivo e nel monento in cui lei da un pacchetto di banconote a lui...

A questo punto il nostro lavoro era finito, ma la moglie felicissima di come sono andate le cose, ci chiede di rimanere perchè lei ha intenzione di prendere il primo aereo disponibile "costi quel che costi" e vuole chiudere i conti con la donna che ha ingannato il marito.

Effettivamente ci mette un paio di giorni per arrivare, ma alla fine ce la fa, e con la figlia sotto braccio e le foto in mano affronta i due nella hall dell'albergo... il marito non sa più a chi credere, se non che arriva da Pisa la risposta che le foto erano banali fotomontaggi per i quali basta un semplicissimo programma del computer e un pò di dimestichezza su internet...

Diamo le notizie a chi di dovere e il marito liquida la compagna in un attimo e si ricongiunge con moglie e figlia...

Devo dire che questo caso ci ha toccato molto, vedere questa bella la famiglia riunita, che era stata divisa da inganni e bugie ci ha veramente emozionato... se non che il marito ha voluto invitarci a passare qualche giorno in più in hotel per ringraziarci di averlo "salvato" dalle grinfie di quella donna...

Champagne a Colonia

il 04 Dicembre 2011. in Casi risolti

In questo caso abbiamo dato fondo a tutte le nostre inventive e collaborato con un'agenzia di Koln (Colonia, Germania).

Ci ha contattato una signora dalla Sicilia, disperata dal fatto che il marito (un rappresentante di gioielli), partiva per lunghi viaggi di lavoro all'estero, e, nonostante il suo lavoro, imponeva alla moglie uno stile di vita molto umile, anche dovendo badare a due figli. La signora ci racconta che lui "piange sempre miseria" e in banca non ha mai soldi... lei si comincia ad insospettire perché talvolta, al suo rientro, trova scontrini di alberghi di lusso, ristoranti costosi e viaggiava sempre con macchine di lusso. Ci racconta che è un uomo molto riservato, e che sembra sempre infelice, nonostante lei cerchi di accontentarlo in ogni modo... Ovviamente non siamo riusciti a vederci di persona e, grazie alla tecnologia ci siamo aggiornati e abbiamo parlato tramite SKYPE... il marito sarebbe partito per lavoro di lì a due giorni, quindi avevamo poco, anzi pochissimo tempo per organizzarci... prendiamo un aereo e ci rechiamo a casa della signora per mettere alla macchina un navigatore. Noleggiamo una macchina di grossa cilindrata, partiamo quindi per un viaggio infinito.... destinazione Koln. Dopo un viaggio di più di 2000 chilometri, e una infinita serie di imprevisti, arriviamo là, e lui si reca in un'hotel a 5 stelle.

Dopo un paio d'ore che è nell'albergo lo vediamo uscire con una bellissima ragazza a braccetto, vanno a cena e entrano in un locale particolare, un night club, dove noi non riusciamo ad entrare...

come fare a scoprire cosa succedeva là dentro? Eravamo arrivati fin lì per non scoprire tutto? No...

Nonostante l'ora, riusciamo a conunicare con un'agenzia della zona, e spiegare la situazione per farci aiutare dato che poi non possiamo entrare... questi colleghi si sono dimostrati presenti e cordiali, e insieme a loro, fingendo di essere interessati a passare qualche ora in compagnia di belle ragazze, siamo entrati... abbiamo subito scoperto che il marito della cliente era più interessato alle donne che al suo lavoro, spendendo cifre spropositate in champagne...

Questa collaborazione è stata fondamentale in questo lavoro, ci ha permesso di risolvere il caso.

Il momento più duro è stato quello di dover comunicare alla moglie la verità sul marito... grazie al nostro aiuto, la signora è riuscita finalmente a far valere i suoi diritti come moglie, anche a livello economico,e dopo un tentativo di separazione, il marito si è reso conto di quanto fosse innamorato di lei, cercando di riconquistarla. A volte le prese di coscienza ci aiutano a capire cosa è veramente importante per noi... la moglie ha deciso, dopo averlo fatto sudare parecchio, di riprovare.

Sonni tranquilli

il 04 Dicembre 2011. in Casi risolti

Questo è il caso di un cliente, che mi contattò telefonicamente dicendo che la sua compagna, convivente lo voleva avvelenare... così ci incontriamo e dopo una chiacchirata di durata due ore, decidiamo, in accordo col cliente, di piazzare delle telecamere in punti strategici della casa per seguire tutti gli spastamenti della compagna. Un paio di giorni dopo, il cliente mi chiama dicendo di sentirsi strano e frastornato, ma è molto preoccupato perchè, dopo essersi recato dal medico, lo stesso non gli prescrive analisi, ma lo invita a recarsi da uno psicologo, dato che in passato aveva sofferto di una lieve forma di manie di persecuzione, e poteva essere una ricaduta. Noi siamo un pò titubanti ma, non essendo nostro compito giudicare le situazioni, ma solo prenderne atto, proseguiamo nel nostro lavoro. Visioniamo tutto il materiale video, e scopriamo che mentre il cliente dorme, la compagna prende una boccetta dalla borsa imbeve un tovagliolo di una sostanza e glielo avvicina al naso... successivamente esce dalla stanza e si prepara per uscire... ovvimente comunichiamo al cliente la situazione, che nella disperazione di scoprire il tutto, è quantomeno felice di non essere ricaduto nelle manie. Il lavoro non finisce qui, il cliente vuole sapere diove si reca la compagna e perchè gli sta facendo tutto questo, rischiando e giocando addirittura con la sua salute... scoprimo, seguendola, che la signora ha un amante e che non era sua intenzione avvelenare il compagno, ma solo fare in modo che lui non si accorgesse delle sue scappatelle....

Dopo il nostro intervento e la presa conoscenza della delicata situazione credevamo che il cliente si facesse prendere dallo sgomento e potesse ricadere in una forma di depressione... ma le persone hanno mille risorse, e lui ci ha veramente colpito, dato che ha denunciato la compagna, che ha passato grossi guai e con i soldi dei danni morali ottenuti, la vendita della casa, ha deciso di cambiare vita, si è trasferito a santo domingo, dove, dice lui"Si dorme sonni traquilli!"...

Amore di zia

il 04 Dicembre 2011. in Casi risolti

Il primario di una clinica affermata di Roma si rivolge a noi per un sospetto tradimento della moglie. Lui è sicuro che la moglie gli sia fedele, ma la madre dello stesso è convinta del contrario, anzi pensa proprio che la moglie sia una mezza pazza e che, data la sua posizione, voglia trovare il sistema di "rubargli" i soldi...
Il marito era molto tranquillo a riguardo, è venuto solo per far tacere la madre che lo stressava quotidianamente con telefonate sul lavoro indagando su dove era o non era la moglie. La moglie non lavorava, ma usciva di casa molto presto e rientrava all'ora di cena senza dare molte spiegazioni (alla madre ovviamente, il marito diceva di sapere tutto).

Decidiamo di seguirla con l'aiuto di un navigatore satellitare che ci dice in tempo reale la posizione della sua auto. Subito ci rendiamo conto che c'è qualcosa di strano. La signora andava tutti i giorni fino a Civitavecchia, dove, dopo aver parcheggiato la macchina in un garage, entrava in un appartamento privato, ne usciva verso mezzogiorno per andare a fare la spesa, e rientrava fino alle 16 circa, per poi tornare a casa a Roma e aspettare il marito.

La situazione dava per il momento, ragione alla suocera... anche perchè la cosa si ripeteva almeno 4 giorni su sette, ma noi non eravamo convinti di un tradimento... e il marito era, anche dopo quello che avevamo scoperto, più che mai sicuro dell'amore della moglie...

Chi abitava in quella casa? Perchè dopo giorni e giorni di controlli non riuscivamo a vedere altri che entravano ed uscivano? Questo caso ha provato abbastanza la nostra abilità, ma alla fine siamo riusciti a scoprire la verità: chi abitava in quella casa? La zia della moglie, malata di alzheimer, rimasta sola, alla quale la moglie faceva compagnia. Lei non aveva mai detto né al marito né alla suocera dell'esistenza della zia, perchè non aveva condotto, fino al decorso più triste della malattia, una vita decorosa (faceva la prostituta).

Dopo il nostro intervento e la presa coscienza del marito della situazione, lo stesso si prende amorevolmente cura della zia pagandole una degna casa di riposo. Da quel momento non ha più permesso alla madre di interferire nel rapporto con la moglie, da quel momento diventata ancora più degna di amore, fiducia e rispetto.

La fuga con il figlio

il 04 Dicembre 2011. in Casi risolti

Nel 2007 mi chiese aiuto un uomo (per ovvi motivi non posso rivelare il nome) africano, il cui rapporto con la moglie non andava bene e per questo sospettava un tradimento. Non solo, aveva il timore che la moglie volesse "scappare" con i figli. La moglie aveva l'abitudine di andare a trovare l'amica in una città distante, con il treno. Decidemmo di seguirla sul treno con una macchina che ci aspettava all'arrivo e una che seguiva la "rotta" del treno nel caso in cui lei avesse mentito su tutta la linea e scendesse in una stazione completamente differente.

Partii per questo caso seguendo la signora sul treno che montò insieme ad un'amica... il viaggio in treno è stato molto lungo... circa tre ore e rimanere anonimi era pressochè impossibile... pensa che ho cambiato travestimento tre volte per non essere scoperto e il controllore voleva farmi la multa perchè non credeva fossi la stessa persona!!! bè alla fine la signora scende alla destinazione prefissata, ma nell'atto di scendere dal treno saluta l'amica e si dirige furtivamente nell'area taxi. La seguo fin lì ma dei lavori impedivano ai taxi di fermarsi al solito posto, così che non riesco a recuperare il mio uomo in macchina... lei monta al volo sul taxi... avevo solo una cosa da fare, non potevo seguirla in auto... lei monta... io fermo un taxi al volo monto e dico all'autista:segua quel taxi... lui mi guarda come se fossi matto e mi chiede di scendere!!!no, non la potevo perdere dopo tutto quel viaggio!!! gli mostro il tesserino e finalmente partiamo all'inseguimento del taxi. Taxi che onestamente si comportava in modo molto strano... che situazione!!! alla fine arrivano davanti all'ambasciata, scendono insieme, la signora e il taxista... scoop... per mano, si baciano e lei entra.

Lui rimane fuori, entra nel taxi e aspetta... intanto mi raggiunge il mio uomo e liquido il fenomeno di autista... anzi, lo ringrazio ancora oggi!! dopo una lunga attesa i due si avviano a pranzare al ristorante... cambio travestimento e insieme al mio uomo mi metto seduto al tavolo accanto e scopro che i due si erano innamorati a prima vista mesi prima, durante un viagio di lei per trovare l'amica e avevano deciso di scappare in congo, loro due e i figli di lei... che essendo sul passaporto di entrambi, potevano partire con la madre...

Il cliente , un padre modello, dopo il nostro intervento è riuscito a impedire alla moglie di portargli via i figli per un momento di debolezza.

Info Gratuite

Parla con me

Disclaimer

DISCLAIMER: L'autore dichiara che tra le immagini contenute in questo sito ce ne potrebbero essere alcuni già pubblicate in internet . Se dovesse pubblicare materiale protetto da copyright non esitate a contattare l'autore che provvederà immediatamente a rimuoverlo.
----------
EuroSecret di Spadafora Maurizio - sede legale via di Sottopoggio 12/a Guamo Lucca  - p iva 01864380504